fbpx

Gli individui che lavorano nelle organizzazioni possono creare approcci diversi a differenti sfide strategiche? E quale ruolo potrebbe svolgere la gamificazione della strategia in azienda?

Il mondo è più complesso e dinamico che mai. La crescente diversità degli ambienti aziendali, guidata dalla rivoluzione tecnologica, è in contrasto con il modo in cui molte aziende sviluppano e implementano strategie.

Per resistere e rimanere vitali, le aziende stanno imparando a riconoscere che un singolo approccio alla strategia e all’esecuzione non sarà sufficiente, quindi stanno coltivando le capacità necessarie per gestire ogni specifico ambiente che devono affrontare.

Comprendere i diversi meccanismi cerebrali che sostengono le competenze strategiche può aiutare le aziende a valutare, procurarsi, abbinare e distribuire il talento giusto contro specifiche sfide strategiche. Neuroscienze e giochi possono fornire gli strumenti per raggiungere questo obiettivo.

Esistono cinque modi con cui gli strateghi possono sfruttare i giochi, introducendo la gamification in azienda: i giochi forniscono più punti di controllo durante tutto il viaggio e aiutano ad allineare strategia, talento e capacità di costruire.

Come? 

1. Può colmare il divario tra la teoria e la realtà. I giochi forniscono un meccanismo “cristallizzante” per tradurre i concetti di strategia in comportamenti sul posto di lavoro e risultati aziendali. La vivacità dell’esperienza ha aiutato i manager orientati alla carriera e orientati alla classe a interiorizzare un approccio de-mediato alla strategia e all’esecuzione. Come affermato da un partecipante, il gioco ha portato i concetti di strategia di alto livello e le ha fornito nuove mosse da testare e integrare nel lavoro quotidiano.

2. Può offrire meccanismi di feedback avanzati ed efficaci. Spesso sentiamo dai giocatori per i quali vedere i risultati immediati delle loro azioni aumenta la loro volontà di rompere le vecchie abitudini quando il loro approccio diventa obsoleto o abusato. Il riscontro istantaneo favorisce l’inclinazione a provare nuovi approcci, un requisito per sostenere la vivacità.  3. Può fornire meccanismi di allineamento attraverso un linguaggio comune. La strategia di transizione richiede l’allineamento di persone e idee. Un cliente con cui abbiamo usato il nostro gioco per dare il via a un progetto di rinnovamento della strategia ha riconosciuto che il linguaggio comune era fondamentale per lo sforzo e ha apprezzato la capacità del gioco di creare una base condivisa per discutere della strategia. Potremmo tutti sentire di capire cosa significa “adattivo” o “visionario”, ma l’esperienza condivisa crea una comprensione comune più solida.

3. Può fornire meccanismi di allineamento attraverso un linguaggio comune. La strategia di transizione richiede l’allineamento di persone e idee. Un cliente con cui abbiamo usato il nostro gioco per dare il via a un progetto di rinnovamento della strategia ha riconosciuto che il linguaggio comune era fondamentale per lo sforzo e ha apprezzato la capacità del gioco di creare una base condivisa per discutere della strategia. Potremmo tutti sentire di capire cosa significa “adattivo” o “visionario”, ma l’esperienza condivisa crea una comprensione comune più solida.

4. Può permettere di misurare le competenze in modo coerente. La gamification può fornire valutazioni accurate delle capacità attuali e potenziali degli individui, consentendo alle aziende di diagnosticare le proprie capacità strategiche: i giochi aumentano le possibilità di trovare la soluzione giusta.

5. I giochi di strategia e di neuroscienza possono aiutare i leader a ottenere il massimo dal loro capitale umano, consentendo loro di diagnosticare, creare, sviluppare la giusta linea strategica. A un livello più alto, applicando giochi e neuroscienze, le aziende possono fare molto per migliorare la propria offerta di competenze strategiche in tutte le fasi del ciclo del talento con livelli superiori di accuratezza.

Il gioco potrebbe rivelarsi una componente importante del futuro del lavoro.